Tariffa Ferroviaria Interregionale

La distanza che separa la Sardegna dalla capitale italiana è comparabile con quella della Puglia e della Calabria, per noi però le distanze sono insormontabili.

La differenza non la fa il mare ma il treno. Per collegare l’Italia attraverso un sistema ferroviario efficiente, il Governo Italiano dal 1992 al 2012 ha speso oltre 207 miliardi di euro e ha progettato di spenderne altri 94 previsti dal Piano Industriale 2017-2026.

Il Governo Italiano vorrebbe garantire la continuità marittima con le isole maggiori, tra cui la Sardegna, e lo fa concedendo una grossa sovvenzione alla CIN-Tirrenia pari a circa 73 milioni ogni anno.

Questa sovvenzione non prevede tariffe fisse né posti riservati, viene erogata solamente per garantire un servizio minimo, sarà rinnovata nei prossimi mesi senza neppure ascoltare la protesta dei sardi.

Cagliari dista da Roma 495 km, Olbia 354 km. Cagliari e Catanzaro sono distanti uguali. Anche Bari e Olbia hanno grossomodo la stessa distanza

>Situazione Attuale

Per andare da Bari a Roma un cittadino pugliese paga 18 euro, tutto l’anno e in qualsiasi orario. Così come, alle stesse condizioni, per andare da Catanzaro a Roma, un cittadino calabrese paga 36 euro.

Un cittadino sardo, invece, per arrivare a Roma da Olbia paga 78 euro, fra nave e treno, con tariffe che variano a seconda della stagione e quando trova posto in nave. Identica la situazione da Roma a Cagliari dove il costo arriva a 93 euro.

A questa situazione si vanno a sommare le navi scomode, lente, le tariffe per le auto esagerate, per le merci improponibili.

In più se si aggiunge il monopolio sulle rotte creato dall’incentivo pubblico e il costo per arrivare a Olbia da qualsiasi parte dell’Isola, la realtà del trasporto marittimo sardo risulta insostenibile.

>Il nostro progetto prevede

Far valere la competenza prevista dall’articolo 4 e dall’articolo 53 dello statuto sardo per quanto riguarda le linee marittime

In base a quella competenza disconoscere gli accordi fra lo Stato Italiano e la CIN-Tirrenia e chiedere che le somme siano devolute al bilancio regionale Negoziare con tutti gli operatori presenti sul mercato, secondo forme che garantiscano la concorrenza nelle rotte e nella frequenza Definire una tariffa massima, comparata alla Tariffa Ferroviaria Sovraregionale di Trenitalia, applicabile tutto l’anno per tutti i cittadini nati o residenti in Sardegna

Raggiungere i principali porti italiani con tariffe inferiori a 10 centesimi per km

>I Nostri obiettivi misurabili

Cagliari-Roma, 48 euro per nave con posto letto e treno fino a Termini. Olbia-Roma, 34 euro per nave con posto letto e treno fino a Termini.

Definire tariffe fisse per i mezzi di trasporto e per le merci tali da tenere il costo del trasporto dei nostri prodotti nella media di quelli prodotti in continente.