Marilena Budroni, sindaca di Sassari, con Autodeterminatzione

Marilena Budroni, sindaca di Sassari, con Autodeterminatzione

Non è da ieri che Marilena Budroni si impegna per l’autodeterminazione dei popoli e l’emancipazione sociale, in Kurdistan come in Sardegna, sempre per difendere i diritti di tutti. È proprio per questa sua fortissima sensibilità ed energia combattiva che porta Autodeteminatzione a promuovere con entusiasmo la sua candidatura a sindaca della città di Sassari, unica donna in lizza, unico esponente fuoi dagli schieramenti triti e ritriti dei vari centrismi di destra e di sinistra, incapaci da decenni di immaginare politiche innovative a favore dei cittadini e, in particolare, dei soggetti deboli.

L’idea-forza di una città viva e combattiva, nonostante tutti i tentativi di soffocamento economico e culturale, risponde appieno alla volontà di Autodeterminatzione di proporre un percorso politico alternativo a quello imposto e calato dall’alto fino ad oggi. La lista civica “È(v)Viva la Città” si propone di fare rinascere speranza e coinvolgimento dalle ceneri dello scoraggiamento collettivo, e nessuna meglio di Marilena Budroni può riuscire ad attivare le persone di buona volontà che, a Sassari, lavorano per il bene collettivo, nonostante tutto.

Marilena Budroni è una riconosciuta docente universitaria, impegnata in prima fila per creare dei ponti tra la ricerca applicata e il mondo produttivo, in settori tanto basilari come quello dei vini, della birra, del pane e della conservazione alimentare. Lei, persona attentissima ai giovani, ha la capacità di portare una visione “alta” su problematiche legate all’ecologia, al territorio, alla dinamizzazione dell’economia e della cultura; allo stesso tempo ama lavorare dal basso, senza nessun legame con gruppi di potere.

Da ora in poi, a Sassari sarà presente una proposta libera e autodeterminata, di ispirazione progressista, ecologista e femminista, capace di farsi portavoce delle iniziative di emancipazione che riguardano le sarde e i sardi, collettivamente e individualmente. Nell’educazione, nella cultura, nell’economia, nei diritti sociali alla casa, al lavoro, alla salute, la lista civica “È(v)Viva la Città” è oggi il riferimento di una nuova politica possibile, per fare di questa città un laboratorio politico innovativo, alternativo ai vecchi schieramenti.

Una sindaca di Autodeterminatzione, che sosteniamo con la massima determinazione.