Fancellu Angelo

Fancellu Angelo

Candidato Consigliere - Circoscrizione di Sassari

E’ nato a Ossi il 5 maggio 1957 e vi risiede, svolge la sua attività a Sassari.

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Sassari, iscritto all’Ordine dei Medici della Provincia di Sassari dal 1984.

Medico Ospedaliero di Medicina Interna al SS. Annunziata  di Sassari fino al 2012, per poi occuparsi fino ad oggi esclusivamente di Diabetologia ambulatoriale presso l’ASSL di Sassari.

Da una decina di anni, per hobby dedica parte del suo tempo libero alla cura del proprio oliveto e frutteto.

Da sempre impegnato nel sociale (attualmente è medico volontario presso l’ambulatorio sassarese di Emergency), si è interessato dei problemi economici e sociali del suo territorio ed è stato amministratore comunale di Ossi dal 1990 al 1998 e dal 2005 al 2010.

Già candidato alle Regionali del 2014 nelle Lista di “Comunidades” per Michela Murgia Presidente, ha ripreso l’attività politica nel 2018 e fa parte del Coordinamento territoriale di Sassari di AutodetermiNatzione.

E’ stato un anno di ascolto, di osservazione, di scoperta!

Ho sentito il rumore dell’ingiustizia nel silenzio più assordante, mentre giudici e presidenti mettevano batuffoli di cera alle orecchie per non sentire l’urlo disperato della miseria. Miseria che mangia l’anima e la mente, ma lascia i corpi ad aspettare elemosine.

Ho visto uomini vendersi per due soldi, non perché infami ma per fame! Fame di pane, fame di lavoro, ma soprattutto fame di umanità e fame di dignità.

Ho scoperto l’ingiustizia e la cattiveria sociale, determinata dalle inadempienze della politica e mascherata dalla facciata ipocrita della religione.

Ho analizzato, studiato, fotografato, sintetizzato e visualizzato lo schifo dell’inutilità della politica con la p minuscola, la politica del malaffare e della clientela, la politica del ricatto e della sopraffazione, la politica che rende schiavi e che priva dei diritti, la politica che non governa e che rinvia, la politica dei problemi e mai delle soluzioni, la politica che ti opprime.

E allora che fare?

Nasce spontanea, quasi un dovere, la necessità di capire; e una volta capito, la necessità di proporre; e una volta proposto, la necessità di agire!

E allora non ti puoi tirare indietro, perché devi recuperare insieme ai tuoi compagni di viaggio la passione della Politica, del prenderti cura, dell’agire per cercare di migliorare tutto ciò che ti circonda.

Riscopri la dignità della Politica e te la carichi addosso per cercare di dare un senso non solo a te stesso ma anche a coloro che ti circondano, ai paesi, ai campi, ai fiumi, al mare, al cielo.

E ti ritrovi nuovamente ad essere candidato, quasi senza volerlo, alla ricerca di un sogno che prima o poi si realizzerà.

Viva AutodetermiNatzione! Viva la Sardegna!